Come Suonare a Tempo il Pianoforte con il Metronomo

Ciao, Paolo sono un ragazzo di 14 anni e mi piace molto suonare il pianoforte, però ho una difficoltà non tanto nell’esecuzione dei brani ma nel seguire il giusto tempo, anche con il metronomo. In poche parole vado con un tempo tutto mio. Ciao.

metronomo pianoforte

Suonare con il Metronomo

Ascoltare il metronomo quando si suona il pianoforte

Quando suoni, Antonio, ascolta il metronomo e non la tua musica. Concentrati nel sentirlo e nel suonare insieme a lui. Occorre un po’ di pratica e di tempo, non ti preoccupare è normale. Continua ad esercitarti con il metronomo e vedrai che suonerai sempre meglio a tempo, anche sotto osservazione di un maestro. Tutti all’inizio hanno difficoltà a suonare esattamente a tempo con il metronomo. Inizia a suonare una nota per ogni battito. Fai attenzione a suonare la nota esattamente nello stesso tempo in cui senti il battito del metronomo. Successivamente, quando hai appreso bene questo esercizio, passa a suonare due note alla volta. Stai attento perché questo passaggio è più difficile. Dopo qualche giorno o settimana di pratica inizia a studiare anche tre e quattro note alla volta per ogni battito del metronomo. Suonare le scale e gli arpeggi sono esercizi molto utili da fare con il metronomo e per imparare a suonare a tempo in modo preciso. Quindi esercitatevi molto a suonare scale e arpeggi ma anche altri esercizi tipo quelli dell’Hanon con il metronomo.

Alcuni insegnanti di pianoforte affermano che non bisogna esagerare nel suonare troppo tempo con il metronomo, dato che questo porterebbe ad una sorta di assuefazione al suono del battito. In parole povere il pianista non lo sente più o diviene meno concentrato nel seguirlo, rischiando di suonare fuori tempo e per conto suo, senza sentire più il battito. Credo che questo possa accadere soprattutto per i principianti.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php